Panagia Ekatontapyliani

Secondo la tradizione, la chiesa di Panagia Ekatontapyliani a Parikia di Paros fu costruita dall’imperatore bizantino San Costantino per esaudire il desiderio di sua madre, Sant’Elena. Si racconta che durante il viaggio di Vasilomitoros Eleni, verso la Terra Santa, la nave fu costretta a rifugiarsi a Paros a causa di una grande tempesta. Lì, pregando, Sant’Elena alla Vergine Maria, patrona di Costantinopoli, si accinse a costruire una maestosa chiesa dedicata all’Assunzione della Vergine Maria alla fine del suo viaggio. Suo figlio, Costantino il Grande, realizzò questo voto costruendo una basilica a tre navate a Paros nel IV secolo.

Durante il regno dell’imperatore Giustiniano (VI secolo) la Panagia Ekatontapyliani di Paros fu ristrutturata con modifiche delle parti paleocristiane e ricostruzioni. Secondo la tradizione, queste trasformazioni furono realizzate da un allievo dell’architetto di Agia Sofia, che superò il suo maestro in arte. Secondo la tradizione, 99 porte sono visibili, mentre 100 saranno rivelate con l’apertura di una corrispondente porta segreta situata ad Agia Sofia.

Etimologicamente, il nome Ekatontapyliani o Ekatobyliani, o Katapoliani, secondo il primo, significa un luogo in generale (in questo caso una chiesa) che ha cento porte. Ricorda la “Tebe del secolo” dell’antichità cantata da Eschilo. Omero con questo nome caratterizzava le Tebe d’Egitto che come numero erano sacre in Egitto. (Informazioni tratte da Wikipedia)

Panagia Ekatotapyliani è una delle attrazioni di Paros che vi affascinerà. Avrete l’opportunità di ammirare l’iconostasi in marmo, il sinedrio, l’arca, il battistero cruciforme unico al mondo, le icone argentate della Vergine Maria e di Cristo (offerte dalla famiglia Mavrogenides), la tomba di Agia Theoktistis e il dormitorio che ospitava le cappelle, nonché una notevole collezione di reliquie ecclesiastiche della chiesa. Vedendo da vicino questo monumento bizantino, ogni visitatore non può fare a meno di sentirsi profondamente sopraffatto e persino commosso dalla grandezza e dallo stupore che il luogo emana.

È possibile prenotare programmi con tour privati giornalieri a Paros e lasciare che alcune delle attrazioni più memorabili dell’isola rivelino i loro segreti.

Il Frangokastello di Paros

Il Castello di Parikia o Frangokastelo sorge sul sito dell’antica cittadella di Paros. Fu costruito dai veneziani del duca di Naxos Sanoudos, nel 1260. Noleggiate un’auto a Paros e scoprite tutti i luoghi interessanti del centro storico di Parikia.

Il Frangokastello di Paros è un punto di interesse unico di Parikia e uno dei più importanti monumenti post-bizantini delle Cicladi. I veneziani costruirono poi il Castello di Naoussa e il Castello di Kefalos, situato sulla collina di Agios Antonios vicino al villaggio di Marpissa.

Il Castello di Parikia, in marmo con un’architettura unica, fu costruito sulle rovine di un tempio dorico della dea Atena, che era anche la patrona dell’antica città di Paros.

Il visitatore odierno non vedrà nel Castello di Parikia feritoie e palazzi; ora c’è solo un massiccio muro di cinta del Castello, che si armonizza con la pittosità del vecchio mercato.

Tuttavia, la bellezza del Frangokastello di Paros rimane in questo raro “patchwork” di pietre giganti che richiede tempo per essere svelato. I marmi degli antichi templi utilizzati come materiale da costruzione conferiscono un aspetto insolito, quasi inquietante. Sono presenti mentre si cammina per i vicoli, essendo diventati un tutt’uno con la vita quotidiana della gente del posto. Se ci si siede e si ascolta l’energia circostante, si possono ascoltare alcune delle storie che il castello sussurra.

Sulle fondamenta di un tempio arcaico, a pochi metri a ovest del castello franco di Parikia, dominano le chiese di Agios Konstantinos e dell’Annunciazione della Vergine. Patroni di un’antica grandezza, conferiscono un’atmosfera medievale a tutta la zona e sono due delle attrazioni più emozionanti di Paros

Il tramonto delle Gates of Paro, da quel punto, crea una vista magica sia per l’interpretazione che per la sua bellezza.

Potete seguire uno dei tour privati di Paros e scoprire che siete interessati a questo notevole monumento.

Castello veneziano di Naoussa

Il Castello Veneziano di Naoussa, a Paros, fu costruito dai veneziani nel XVI secolo. Il castello, noto anche come Kastelli di Paros, è una fortezza difensiva costruita per proteggere il porto e l’insediamento medievale di Naoussa dai pirati.

Noleggiando un’auto a Paros, potrete con particolare comodità vedere da vicino tutte le attrazioni dell’isola di interesse specifico, estetico e storico.

Kastelli a Naoussa è costruito intorno al suo magnifico porto e attira molte persone ogni anno. Questo castello fu pesantemente assediato e infine, nel 1537, calpestato dai turchi, aprendo la strada alla conquista di tutta Paros.

Oggi, sebbene una parte del castello veneziano di Naoussa sia affondata, questo imponente monumento medievale è uno dei luoghi più affascinanti dell’isola di Paros. I ricordi del passato dominano silenziosamente le mura del castello di Naoussa, offrendo un’intensa energia al pittoresco porto e ai suoi visitatori. Il Kastelli di Naoussa, grazie alla sua posizione, è una delle attrazioni più romantiche che potrete vedere a Paros.

Alla porta medievale sud-occidentale del castello veneziano di Naoussa, è stata costruita la cappella di Agios Nikolaos, nota anche come Agios Nikolas di Mostratos. Una grande chiesa dai colori delle Cicladi completa l’idilliaco scenario del porto di Naoussa.

È possibile prenotare programmi con tour privati giornalieri a Paros e lasciare che alcune delle attrazioni più memorabili dell’isola rivelino i loro segreti.

La valle delle farfalle a Paros

La Valle delle Farfalle di Paros si trova sulla circonvallazione di Parikia ad Aliki. Una pausa verde nel paesaggio cicladico che prevale nella Valle con le farfalle, un parco naturale ricco di diversi alberi ad alto fusto e vegetazione locale. Tra giugno e settembre, la valle si riempie di farfalle “tigre”, creando un fenomeno insolito ma bellissimo. Milioni di farfalle fanno il nido sotto il fitto fogliame degli alberi e sull’edera che ricopre i tronchi. La frescura, l’acqua corrente e l’intensa vegetazione di questa piccola area sono come se fossero state create appositamente per la loro riproduzione. Per la precisione, questa specie appartiene alle farfalle o falene, Panaxia Quadripunctaria, che rimangono immobili durante il giorno. Hanno ali marrone-nero con strisce bianco-giallastre e sono appena visibili sulle foglie, ma al minimo rumore partono e volano tutte insieme nell’aria, creando uno spettacolo rosso poiché le loro ali sono cremisi nella parte inferiore. Ogni volo, tuttavia, consuma molta energia, di cui hanno bisogno per riprodursi.

Potete noleggiare un’auto a Paros e vedere da vicino questa attrazione unica che solo la natura può creare, oppure, se siete tra i più avventurosi, combinarla con un giro in asino a Paros.

Non perdetevi questa bellissima passeggiata tra strade di pietra, alti cipressi, allori, robinie, platani e molto altro. Il fitto fogliame degli alberi che lascia arrivare poca luce al suolo fa sembrare il paesaggio mistico. La Valle delle Farfalle di Paros è un punto di interesse unico poiché è stata inserita nella rete comunitaria di aree protette “Natura 2000”, come Sito di Importanza Comunitaria ed è stata dichiarata area vitale per gli uccelli della Grecia.

Camminate, rilassatevi, rigeneratevi e godetevi la natura, bevendo la vostra bibita nel bar che opera nella Valle, accompagnati dalle bellissime Farfalle e dal paesaggio verde a completare lo splendido scenario.

Il Parco Ambientale e Culturale di Paros

Il Parco Ambientale e Culturale di Paros è un’area molto curata, pulita ed esteticamente piacevole situata molto vicino a Naoussa. È stato fondato nel 2009.  Da allora lavora con dedizione alla protezione e alla promozione della penisola di Ai Giannis-Detis.

La penisola di Ai – Giannis Detis, come viene chiamata, ha una rara bellezza naturale, con spiagge senza vento, acque cristalline e un proprio ancoraggio.

L’accesso può essere effettuato con auto e barche a noleggio, poiché ci sono itinerari regolari da Naoussa.

In tutta la penisola di Ai – Giannis Detis a Paros, la storia dell’Egeo ha lasciato segni indelebili nel corso degli anni. Nel parco ambientale si potranno ammirare l’insediamento preistorico, il monastero post-bizantino di Agios Ioannis e si potranno vedere da vicino i resti del quartier generale della flotta russa nella penisola durante la Prima guerra russo-turca (17684).

Il Museo del Parco Ambientale e Culturale di Paros è un punto di particolare interesse per chi è alla ricerca della storia dell’isola. Presenta Paros all’epoca dell’occupazione russa e questa parte dell’Egeo, nel 1700, la storia greca ed europea pochi anni prima della rivoluzione. Molto organizzato, è una proposta diversa da visitare per i vacanzieri. Sono stati stampati materiali informativi per le mostre, che vengono distribuiti gratuitamente.

L’area totale del Parco di Paros è di 800 acri, con incredibili bellezze naturali ed è considerata un’attrazione unica di proprietà del Comune di Paros. Comprende bellissime strutture sempre rispettose dell’ambiente, sala di ristoro in pietra, cinema estivo con suggestivi spettacoli e ingresso gratuito per il pubblico, spazio espositivo, teatro, spiagge organizzate e non organizzate con ottime acque calme, grotte marine, sentieri per gli amanti della natura, ampio parcheggio e molte altre attività.

Il Parco Ambientale e Culturale di Paros, con la bellezza e l’organizzazione che lo caratterizzano, pone le basi per un modo moderno e alternativo di divertirsi e vivere le proprie vacanze. Nell’ambito di una gestione sostenibile dell’ecosistema, interventi dolci vi sfidano ad avvicinarvi a ciò che solo la natura può offrire, pace, relax e rigenerazione.

Non perdete l’occasione di vedere da vicino un luogo dalla bellezza così unica e di rispettare la ricchezza naturale e la storia così generosamente offertaci.

Ogni estate, a giugno, inizia l’annuale festival estivo nel Parco di Paros, con molti eventi, conferenze, musica e attività esperienziali.

Altre spiagge vicine sono Kolimbithres e Monastiri.